Ultima modifica: 5 Settembre 2016

Piano educativo/didattico

La scuola primaria si caratterizza come ambiente educativo di apprendimento nel quale ogni alunno trova le occasioni per maturare in modo progressivo la propria autonomia, la capacità di relazionarsi con gli altri, di progettare, di verificare e di riflettere in modo critico sulle proprie esperienze.

Più in particolare essa ha il compito di:

  • Promuovere l’acquisizione di tutti i tipi di linguaggio ed un primo livello di conoscenze e di abilità che consentano il raggiungimento di competenze tali da permettere all’alunno di continuare il proprio percorso di apprendimento anche al di fuori del contesto scolastico.
  • Assicurare a tutti gli alunni le condizioni culturali, relazionali, didattiche ed organizzative per promuovere lo sviluppo della persona in tutti i suoi aspetti, rimuovendo i possibili ostacoli alla frequenza, favorendo l’integrazione di alunni diversamente abili o di altre culture.
  • Educare al superamento dell’egocentrismo, praticando i valori del rispetto, della partecipazione attiva, della collaborazione, dell’impegno, della cooperazione, della solidarietà.
  • Favorire la costruzione di un’immagine positiva di sé, valorizzando le potenzialità e le peculiarità di ciascun individuo.

Per raggiungere questi traguardi le nostre scuole puntano sulla fattiva collaborazione con le famiglie, nasce così il nostro patto educativo. In esso si chiariscono compiti e responsabilità reciproci in vista di un fine comune: star bene a scuola.

Patto educativo

I DOCENTI si impegnano a…

garantire percorsi di apprendimento socio-culturali che soddisfino il diritto allo studio di ogni alunno.

E’ COMPITO degli insegnanti garantire competenza e professionalità; proporre un’offerta formativa che abbia come obiettivo prioritario l’acquisizione di valori di identità, appartenenza e responsabilità per educare i futuri cittadini; favorire un ambiente adeguato allo sviluppo delle capacità degli alunni e al successo scolastico; promuovere un’azione educativa tesa al rispetto dell’ “altro”, sia esso persona o patrimonio; portare a conoscenza dell’allievo e della famiglia eventuali cambiamenti significativi nel percorso scolastico in senso positivo e negativo; garantire la puntualità e la regolarità del servizio; garantire chiarezza nella valutazione; garantire il rispetto della privacy di studenti e famiglie.

I GENITORI si impegnano a…

costruire una collaborazione proficua con le varie componenti della scuola, favorendo il successo scolastico dei figli.

E’ COMPITO delle famiglie adoperarsi per il rispetto del regolamento d’Istituto; conoscere l’offerta formativa della scuola e sostenere l’Istituto nella realizzazione del progetto   (uscite didattiche e visite d’istruzione, attività sportive, …); condividere atteggiamenti educativi analoghi a quelli scolastici e cooperare per il miglioramento del comportamento dei figli; rispettare le scelte educative, didattiche ed organizzative della scuola (orari, composizione delle classi e dei gruppi di lavoro all’interno della classe e/o tra classi diverse); considerare la funzione formativa della scuola come prioritaria rispetto ad altri impegni extrascolastici; condividere l’azione educativa della scuola volta al rispetto della persona e del patrimonio; partecipare alle riunioni programmate; astenersi dall’esprimere giudizi negativi in presenza del proprio figlio, riguardo eventuali sanzioni stabilite dai docenti, impegnandosi eventualmente a promuovere momenti dialogici in modo da condividere percorsi costruttivi; garantire la frequenza scolastica e la puntualità del figlio, limitando assenze e ritardi solo alle situazioni di necessità; giustificare le assenze e firmare con regolarità le comunicazioni; favorire la disponibilità del tempo adeguato allo studio e allo svolgimento dei compiti, verificandone l’esecuzione; collaborare per potenziare nel figlio la coscienza delle proprie risorse e dei propri limiti; controllare sistematicamente i quaderni e garantire che gli alunni abbiano nello zaino il materiale necessario per lavorare in classe.

GLI ALUNNI si impegnano a…

vivere serenamente l’esperienza scolastica con insegnanti e compagni, imparando ciò che serve per diventare cittadini responsabili e competenti.

E’ COMPITO dei bambini considerare la scuola il principale impegno, svolgendo attività extrascolastiche compatibili con lo studio; rispettare persone, ambienti e attrezzature, anche nei tempi della mensa; ascoltare insegnanti e compagni e collaborare alla soluzione dei problemi; conoscere e rispettare le regole della vita scolastica, comprese le norme di sicurezza; seguire i consigli degli insegnanti; rispettare l’ora di inizio delle attività scolastiche; far firmare sollecitamente gli avvisi scritti sul diario o su circolari; essere provvisti del materiale necessario per partecipare all’attività scolastica; annotare regolarmente i compiti assegnati, svolgerli con costanza ed ordine, applicarsi nello studio; rispettare i compagni e le loro opinioni anche se divergenti; mantenere un comportamento corretto e rispettoso e non creare disturbo.

Scelte pedagogiche e didattiche

Particolare importanza viene attribuita dai docenti alla programmazione ed allo svolgimento delle attività formative curriculari, volte allo sviluppo armonico ed integrale della personalità di ogni alunno, attraverso l’educazione delle varie forme dell’intelligenza (personale, verbale, logico-matematica, spaziale e artistica, cinestetica, musicale, pratica, spirituale…).

In ottemperanza alle “Indicazioni nazionali”, il curricolo si estende ai vari ambiti della conoscenza, finalizzati al conseguimento del pensiero logico-formale ed all’acquisizione degli strumenti culturali atti a conoscere e vivere la realtà ambientale e sociale  e a costruire il sapere:

  • ambito linguistico–espressivo (lingua italiana, lingua inglese, arte ed immagine,  musica, scienze motorie e sportive),
  • ambito logico-matematico e scientifico-tecnologico (aritmetica, geometria, probabilità, statistica, scienze), ambito tecnologico (informatica e tecnologia),
  • ambito antropologico (storia, geografia, cittadinanza e costituzione, religione).

Il progetto formativo di ogni classe utilizza il contributo delle varie discipline per il raggiungimento delle finalità educative e degli obiettivi didattici programmati.Da un primo approccio alla conoscenza dei diversi saperi, si lavora per giungere all’ ampliamento e l’ approfondimento degli ambiti disciplinari. Attenti agli studi sociologici, psico-pedagogici e didattici più recenti, i docenti attivano metodologie innovative: mantenendo come quadro di riferimento la pedagogia interculturale e la pedagogia della resilienza, attuando approcci didattici integrati, assumendo come strategia d’insegnamento la modalità organizzativa del laboratorio. Un adeguato numero di progetti significativi amplia ed arricchisce l’offerta formativa della scuola.

Per conoscere meglio l’articolazione del curricolo consulta i traguardi per lo sviluppo delle competenze, gli obiettivi d’apprendimento e gli indicatori di valutazione scanditi per classe e discipline di studio esplicitati nei nostri Curricola per le Scuole Primarie.

Curricola Scuola Primaria

curricoli _completi
Titolo: curricoli _completi (471 clicks)
Etichetta:
Filename: curricoli-_completi.zip
Dimensione: 1 MB